I 6 Migliori Mattarelli Per Stendere la Pasta Come Una Volta

Guida all'Acquisto & Classifica
miglior-mattarello

Se c’è un attrezzo che non può mancare in nessuna cucina, anche se probabilmente al giorno d’oggi lo si usa meno, è il mattarello.

Il mattarello è forse uno degli strumenti più antichi in cucina e nonostante tutto il miglior mattarello rimane fedele al suo impiego primario: stendere la pasta.

La pasta tirata a mano è tutta un’altra cosa. È meno perfetta ed è più rustica, e per questo ha gusto irresistibile.

Qual è il migliore mattarello?

I mattarelli originali sono in legno, con delle estremità sagomate che permettono una salda presa a due mani. Esistono però anche mattarelli in silicone, in plastica e in acciaio senza manici che hanno altre funzioni e utilizzi in cucina.

È vero, stendere ad esempio la pasta all’uovo o quella per la frolla, può essere fatta con la macchina per la pasta di tipo elettrico o a manovella, ma vuoi mettere la soddisfazione di farla con le mani? Servono solo due cose: un pizzico di volontà e un po’ d’olio di gomito ma poi, una volta provato, non comprerai più ravioli, tortellini e fogli per lasagne pronti o tagliatelle e fettuccine e altri formati di pasta lunga già pronti.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori mattarelli:

1. Lembeauty Matterello con anelli regolabili – Il migliore per tondini che danno spessori diversi

  • È un mattarello in legno di faggio e inserti in plastica ecologica colorati come spessori. Viene proposto in due dimensioni: nella misura S per lunghezza di 28 cm, diametro 4,5 cm; nella misura L per lunghezza totale di 43 cm, diametro 4,5 cm. Cambiando i tondini si può spianare secondo lo spessore desiderato di 2 mm / 3 mm / 6 mm / 10 mm.
  • Può essere usato per stendere la sfoglia e in pasticceria per la produzione di biscotti
  • Caratteristiche chiave: È disponibile in due dimensioni per soddisfare ogni esigenza di preparazione Ideale per i bambini che vogliono aiutare in cucina Il materiale con cui è realizzato è ecologico
  • Specifiche: Marchio: Lembeauty Materiale: legno

2. WisFox Mattarello in Acciaio Inox – Il migliore per “sentire” lo spessore dell’impasto

  • Il design francese consente al cilindro di entrare in contatto con la pasta, in modo da poter appiattire più superficie alla volta rispetto ad un mattarello con manici. Il diametro centrale di 3,8 cm si assottiglia gradualmente fino a 3,1 cm alle estremità, consentendoti di ruotare senza intaccare le linee nell'impasto ai lati.
  • La forma dello stelo ti permette anche di avere maggiore controllo sulla quantità di pressione da utilizzare L'acciaio inossidabile per uso alimentare è igienico e può essere pulito completamente in lavastoviglie o lavalo a mano. Per rendere la superficie antiaderente riscaldalo in acqua.
  • Caratteristiche chiave: L’impasto non si attacca al mattarello, favorendone l'utilizzo Si può lavare anche in lavastoviglie La superficie è perfettamente liscia e antimacchia
  • Specifiche: Marchio: WisFox Materiale: acciaio inox

3. SweBake Mattarello da cucina – Il migliore per maneggevolezza

  • Si tratta di un mattarello realizzato in legno di faggio naturale, che ha una lunghezza di 40 cm e un diametro di 4 cm . Comodamente lavabile in lavastoviglie, non rilascia odori, aromi o colori all’impasto.
  • Il design dritto della struttura consente un controllo completo quando si rotola l'impasto. Puoi sentire l'impasto quasi direttamente sotto la punta delle dita.
  • Caratteristiche chiave: Non trasmette alcun odore all'impasto Si fa apprezzare per la sua notevole praticità di utilizzo La superficie è liscia, priva di fessure e a prova di scheggiatura
  • Specifiche: Marchio: SweBake Materiale: legno

4. Hofmeister Mattarello  – il migliore per rapporto qualità prezzo

  • È il classico mattarello per tutti gli usi in cucina e pasticceria. Prodotto in legno di faggio, ha una lunghezza di 40 cm e un diametro di 35 mm. Molto solido, consente di esercitare un'adeguata pressione nella stesura della sfoglia.
  • La sua superficie è completamente liscia e si rivela quindi facile da pulire.
  • Caratteristiche chiave: Il design della struttura favorisce un utilizzo confortevole È solido e robusto, in grado di sopportare anche pressioni elevate La sua superficie è liscia per una semplice pulizia
  • Specifiche: Marchio: Hofmeister Materiale: legno

5. Dr. Oetker Mattarello – Il migliore per manici girevoli

  • Questo mattarello in legno di faggio è lungo 44 cm e ha un diametro di 60 mm. È molto facile da usare grazie ai cuscinetti a sfere inseriti sull’asse metallico che permette ai manici di ruotare facendolo scorrere meglio.
  • Resistente e durevole, semplifica la preparazione di pizze, crostate, e moltissime altre specialità.
  • Caratteristiche chiave: I manici lunghi consentono un presa comoda e ergonomica La struttura è robusta, ideale per impieghi gravosi Scorre agevolmente sulla pasta, ottimizzando lo sforzo
  • Specifiche: Marchio: Dr. Oetker Materiale: legno

6. Sparta’s Store Mattarello – Il migliore mattarello per decori e formine

  • Si entra in pieno spirito natalizio con questo mattarello in legno di faggio. È impreziosito con decori a tema da cui ritagliare biscotti, muffin, pane. Il corpo lungo è adatto per stendere tutti i tipi di pasta.
  • La sua lunghezza è pari a 43 cm, mentre il diametro è di 50 mm. Dispone di cuscinetti a sfera all’interno dell’asse metallico. Viene fornito con 8 formine ed è un'idea regalo originale, che verrà sicuramente apprezzata dai grandi e piccoli chef.
  • Caratteristiche chiave: Si possono ottenere specialità con forma a tema natalizio I disegni sono originale e consentono di creare inedite ricette SI pulisce facilmente con panno umido
  • Specifiche: Marchio: Sparta’s Store Materiale: legno

Guida all’acquisto del migliore mattarello?

mattarello

Se sei un appassionato dell’arte culinaria, sai bene che nessuna cucina è completa senza l’umile mattarello. Questo pratico attrezzo può essere utilizzato per molto più di un semplice appiattimento della sfoglia per fare i tortellini o le lasagne. Si possono infatti fare una miriade di altre operazioni con il mattarello, dal trasferimento della pasta negli stampi, alla frantumazione dei biscotti per la cheesecake.

E con i tipi già sagomati con disegni  in stile decorativo scolpiti sul cilindro centrale si possono già stampare dalla frolla  biscotti e forme di marzapane.
Essendo un tipo di attrezzo così semplice, potresti essere sorpreso da quanti diversi tipi di mattarello esistono. Per aiutarti a capire quale scegliere, ecco una pratica guida che ti consente di farti un’opinione.

Come scegliere il mattarello?

Quando si tratta di acquistare un mattarello, ci sono più fattori da tenere a mente di quanto ci si possa aspettare. Di seguito, esaminiamo alcuni aspetti chiave da considerare.

  • Tipo francese o classico

Una delle prime cose da considerare quando acquisti il tuo mattarello è se ne preferisci uno di stile francese o classico. I mattarelli francesi non hanno manico (sono solo dei lunghi cilindri), mentre quelli classici hanno alle estremità due maniglie da impugnare con le mani.

  • Materiale

Mentre acquisti il tuo mattarello, avrai diversi materiali tra cui scegliere, ognuno dei quali presenta i suoi vantaggi e svantaggi.

  • Legno

I mattarelli più tradizionali sono realizzati in legno duro, come faggio o acero.

I mattarelli in legno sono convenienti e durevoli, e sono anche abbastanza leggeri per una facile manovrabilità. Tuttavia, il legno può essere un materiale piuttosto poroso, quindi sfoglia all’uovo o pasta per dolci possono aderire se non usi stendere sul piano e sul mattarello un po’ di farina.

  • Acciaio inossidabile

Molti chef professionisti adottano il mattarello in acciaio inossidabile. Sono abbastanza pesanti e sono in grado di affrontare qualsiasi impasto, qualunque cosa tu abbia bisogno di stendere.

I cilindri in acciaio hanno anche una superficie liscia, non porosa, che impedisce ai tuoi ingredienti di attaccarsi e ne facilita la pulizia. D’altra parte, alcuni chef trovano questo materiale un po’ troppo pesante per una facile manovrabilità.

  • Plastica e silicone

Anche se molti mattarelli sono realizzati con materiali naturali, sono disponibili anche in varietà di plastica e silicone. Poiché la plastica è così facile da modellare – come suggerisce il suo stesso nome – questi mattarelli possono essere realizzati con forme altamente ergonomiche. Spesso presentano anche un rivestimento antiaderente.

Tuttavia, la plastica è più fragile del legno, del marmo o dell’acciaio, quindi questo tipo di mattarello è un po’ più soggetto a rotture.

  • Marmo

Anche se non sono facili da reperire esistono i mattarelli realizzati in marmo. Il marmo è liscio, fresco e non poroso, quindi naturalmente antiaderente.

È anche abbastanza pesante e ti consente quindi di esercitare una certa pressione su tutto ciò che stai appiattendo, rendendolo ideale per impasti di pane elastico e pasticceria fredda.

D’altra parte, il marmo tende ad essere l’opzione più costosa, quindi potrebbe essere un investimento oneroso se non sei un fornaio professionista.

  • Caratteristiche extra

Alcuni mattarelli sono dotati di funzionalità extra. Ad esempio, possono essere del tipo regolabile in lunghezza, oppure hanno marcatori di lunghezza e di profondità.

In questo odo consentono di creare una sagomatura per biscotti o di lasciare la pasta con spessore di diversa altezza per decorare a piacimento.
La maggior di chi opera in cucina si trova bene con un mattarello di base, ma queste caratteristiche possono essere di grande aiuto quando si tratta di stendere pasta per dimensioni e profondità specifiche.

  • Peso e dimensioni

I mattarelli sono disponibili in una varietà di pesi e dimensioni e la scelta è strettamente legata alle preferenze personali.
Alcuni possono sentirsi a disagio con un mattarello più pesante, mentre altri potrebbero trovare il peso extra utile per affrontare gli impasti più coriacei.
Per quanto riguarda le dimensioni, non tutti i mattarelli sono uguali semplicemente per il motivo che ogni forma ha un suo uso specifico.

Per la pasticceria si utilizzano quelli di media lunghezza ma di spessori molto più elevati oppure mattarelli con manici fermi che fungono da perni attorno ai quali gira un cilindro di notevole dimensione ma spesso di peso non elevato.

Per la pasta fresca, il mattarello ideale è quello che spesso viene definito “bastone” o “manico di scopa” in quanto sottile (circa 5/6 cm di diametro) e molto lungo, anche 100 cm.

  • Prezzo

Come per qualsiasi acquisto, il tuo budget avrà un ruolo nel determinare quale mattarello scegli. Fortunatamente sul mercato puoi trovare anche modelli a basso prezzo da acquistare  per pochi euro. Per un buon mattarello considera un investimento di circa 10 euro.

Tieni presente che i mattarelli in legno sono di solito le opzioni più convenienti e di tipo più economico.

Per una migliore durata si consiglia quindi di valutare un buon rapporto qualità e prezzo.

In questo caso, un cilindro senza manici potrebbe essere l’opzione migliore, poiché non ha parti mobili o inserite nel corpo centrale che si possono rompere. Anche se costano poco, trovi le opportunità migliore attraverso i canali di vendita online.

Vantaggi di un buon mattarello

Vantaggi-di-un-buon-mattarello

Un mattarello di alta qualità, non necessariamente di marca specifica, è un vantaggio per qualsiasi cucina e può essere impiegato in un’ampia varietà di applicazioni.

Oltre a stendere pasta in sfoglia o per pasticceria allo spessore appropriato, consente infatti di applicare un coperchio di pasta a una torta o stenderla su uno stampo per ravioli per poi ritagliarli. Ti permette anche di rompere i biscotti per una cheesecake o un dessert, come pure di macinare noci o frutta secca ed eseguire una goffratura su carta o cartoncino.

Investire in un mattarello di buona qualità renderà questi compiti molto più facili, risparmiando tempo e fatica in cucina. Un mattarello realizzato con un elevato standard di qualità ti garantirà anche di avere un equipaggiamento più duraturo, che ti aiuterà per tantissimo tempo nella preparazione delle tue creazioni.

Mattarelli cilindrici o classici?

Come accennato in precedenza, ci sono due stili principali di mattarello: quello completamente cilindrico senza manici e quello classico con manici. Ogni tipo  ha i suoi pro e contro.

  • Mattarelli cilindrici

Noti anche come mattarelli di tipo francese, si distinguono per il loro design semplice ed elegante.

Realizzati senza maniglie, questi utensili sono ideali per stendere ampie aree di pasta. Questo tipo di mattarello consente di far rotolare il cilindro con un tocco leggero o pesante quanto basta.

È anche più semplice ricevere feedback tattili da un mattarello francese, senza la mediazione delle maniglie. Alcuni trovano questi strumenti un po’ più complicati da padroneggiare, ma una volta che hai imparato ad usarli, sono molto versatili.

  • Mattarelli con manici

D’altra parte, i mattarelli classici presentano un manico ad ogni estremità. Molti trovano il mattarello con manici più facile da usare e di solito sono la scelta migliore quando si tratta di stendere impasti elastici a motivo del loro peso in funzione di diametri più grandi.

Come pulire un mattarello?

Prima di pulire il mattarello, controllare le indicazioni del produttore. Molti mattarelli sono lavabili in lavastoviglie, ma questo non è uno standard universale. I mattarelli di marmo, acciaio e plastica possono essere puliti in acqua calda e sapone come altre utensili da cucina.

I mattarelli in legno sono un po’ più difficili da pulire. Innanzitutto raschia l’impasto in eccesso dalla superficie. Strofina quindi con un canovaccio umido e asciuga con un panno pulito e asciutto.

Come mantenere nel modo migliore un mattarello di legno?

Una buona manutenzione del mattarello di legno è il modo migliore per mantenerlo in buone condizioni per gli anni a venire. Questa procedura lo protegge dall’umidità e riduce il rischio che si possa scheggiare se troppo secco.

Dopo averlo pulito con un canovaccio umido e asciugato con cura con un panno pulito, applica alcune gocce di olio minerale per uso alimentare sul panno. Distribuisci quindi questo olio sull’utensile con cura. Si consiglia di passare anche le maniglie se sono in legno.

Conclusioni

Il mattarello in legno è uno degli attrezzi da cucina più antichi. Permette di stendere la pasta di qualunque tipo, da quella all’uovo alla sfoglia, a quella per pizza alla pasta frolla. Gli strumenti meccanici metallici prima e di silicone poi sono dei surrogati di gesti e strumenti che sono densi di cultura e di etnicità, tanto è vero che l’uso del mattarello è ancora diffuso e con esso anche qualche segreto per ottenere sfoglie di pasta sopraffina.

Fra i modelli presi in esame, ci ha convinto in modo particolare il mattarello della WisFox in stile francese.  Con questo versatile utensile senti proprio la pasta che si stende sotto le tue dita e hai un controllo totale sulla pressione da esercitare in base al tipo di impasto. Tra l’altro, si può lavare anche in lavastoviglie, nella massima praticità.

Anna Fraschini
Anna Fraschini
Post sullo stesso tema

Lascia un commento

Torna su