tipi-di-caffe-al-bar

Il caffè deve la sua enorme popolarità al suo gusto inimitabile, che consente di creare un’incredibile varietà di bevande, ciascuna con la sua personalità.

La sua preparazione, infatti, permette di fare la differenza ad ogni tazzina, tanto che tra tutti i tipi di caffè al bar ciascuno di noi può trovare il suo preferito.

Tipi di caffè al bar

Adori il caffè, ma a volte fai un po’ di confusione quando lo ordini al bar? Non hai presente la differenza tra un caffè lungo, un caffè ristretto o caffè americano e finisci sempre per chiedere un espresso?

Ecco il tipi di caffè che ti consentiranno di esplorare nuovi orizzonti sensoriali e di sentirti più a tuo agio al momento della scelta.

Qui di seguito ti presentiamo i tipi di caffè al bar:

1. Caffè espresso

tipi-di-caffe-al-bar-Caffe-espresso

Si tratta del classico caffè, con le sue note intense e ricche di aroma. La sua preparazione è molto rapida e richiede circa mezzo minuto: un getto di acqua calda a una pressione di 9 atmosfere viene fatto passare per uno strato di miscela macinata e pressata.


2. Caffè ristretto

Il ristretto si produce esattamente come l’espresso, ma si utilizza una quantità inferiore di acqua.

Si ottiene così una bevanda particolarmente concentrata, in cui si esprime quasi esclusivamente la macinatura. Ha un gusto molto forte, con un amaro pronunciato.


3. Caffè doppio

Se ami le bevande extra strong, questa è la ricetta che fa per te. In una sola tazzina è infatti “concentrato” il doppio quantitativo di caffeina che si trova in genere in un espresso.


4. Caffè lungo

Caffe-lungo-tipi-di-caffe-al-bar

Ecco l’esatta antitesi del caffè ristretto: il caffè lungo! Si prepara come un espresso, utilizzando però il doppio di acqua. La concentrazione diminuisce e l’intensità di gusto lascia il posto a una bevanda leggera.

Il caffè lungo è meno aromatico dell’espresso e si rivela ideale anche per essere consumato a colazione con qualche biscotto perché non ne sovrasta eccessivamente i sapori.


5. Caffè macchiato

È il parente più stretto dell’espresso. Si prepara allo stesso modo e si aggiunge una goccia di latte, che può essere caldo o freddo a seconda dei gusti. Si rivela la bevanda preferita da chi trova troppo forte il classico espresso e c’è anche la versione di caffè macchiato freddo.   

Il suo opposto è il latte macchiato, con tanto latte e qualche goccia di caffè.


6. Caffè schiumato

Il caffè schiumato rappresenta una variante del caffè macchiato. Anche in questo caso si parte dall’espresso e si aggiunge una goccia di latte, che viene però montata: proprio come fare la schiuma al latte.


7. Caffè con panna

Dedicato agli estimatori dell’espresso particolarmente golosi. È un caffè in tazza classico che viene ultimato con un ciuffo panna: un dettaglio irresistibile che fa la differenza.


8. Caffè decaffeinato

Caffe-decaffeinato-tipi-di-caffe-al-bar

Il caffè decaffeinato è l’alternativa all’espresso che viene scelta da coloro che, pur non rinunciando al gusto, preferiscono non assumere caffeina. Tieni presente però che questa sostanza non viene in genere eliminata completamente.


9. Caffè al ginseng

Si chiama caffè al ginseng, ma non è un caffè! La bevanda viene preparata con le radici del ginseng, senza la minima traccia caffeina.

Ha un sapore intenso e ricco di aroma e offre una moltitudine di proprietà benefiche. Tra l’altro, riduce la sensazione di fame e facilita la digestione.


10. Crema di caffè

Noto anche come caffè del nonno, è un classico dei bar napoletani. Irresistibilmente cremoso, è la conclusione ideale di un pasto in sostituzione del dolce.


11. Caffè freddo a granita

Questo caffè freddo è una classica bevanda estiva, che ha come base il caffè normale espresso. Si versa nella tazzina, si aggiunge lo zucchero desiderato e si travasa quindi in un bicchiere alto contente dei cubetti di ghiaccio.


12. Caffè shakerato

Caffe-shakerato-tipi-di-caffe-al-bar

Se trovi difficile bere un caffè rovente in piena estate, ecco l’alternativa che fa per te. Si mettono alcuni cubetti di ghiaccio in uno shaker, si aggiunge lo zucchero a piacere e si versa quindi  un classico espresso.

Dopo aver shakerato per una decina di secondi, si versa il tutto in un bicchiere da Martini.


13. Caffè alla nocciola

Il gusto della nocciola si abbina perfettamente a quello del caffè: perché non farli incontrare in una bevanda ghiotta? Basta mettere in un bicchiere un paio di cucchiaini di crema di nocciola e versarci sopra l’espresso. Ultimare il caffè con panna a piacere


14. Caffè Brasiliano

Si gusta prima di tutto con gli occhi: la sua presentazione a strati è molto scenografica. Si procede versando in un bicchiere gli ingredienti, uno sull’altro. Si inizia con un paio di cucchiaini di zucchero, a cui si aggiunge il latte montato e un po’ di liquore.

Il tocco finale è dato dal caffè, versato a filo, che scende dolcemente verso il basso, fino ad unirsi con lo zucchero. Ultimare con una spolverata di cacao.


15. Caffè Nutellino

È il classico strappo alla dieta, ma ne vale la pena. Si spalma di crema di nocciola un bicchiere di piccole dimensioni, si versa l’espresso, si aggiunge la panna lievemente montata e si completa il tutto con una generosa spolverata di cacao.

È proprio il caso di annoverarlo tra i caffè speciali, davvero!


16. Caffè Marocchino

Caffe-Marocchino-tipi-di-caffe-al-bar

Nonostante il nome, questa specialità ha un’origine piemontese. Deriva infatti dal famoso bicerin realizzato con caffè, crema di latte e cioccolato.

Per fare il caffè marocchino si versa un caffè espresso in un bicchiere di vetro si aggiunge una spolverata di cacao e si continua con uno strato di schiuma del latte fino al bordo. Il tocco finale è una spolverata di cacao magro.


17. Caffè affogato

Se ami il gelato ma non vuoi rinunciare all’espresso, eccoti accontentato! In un bicchiere si mette una pallina di gelato e ci si versa sopra una tazzina del classico espresso. E come se non bastasse, si aggiunge un ciuffo di panna e una spolverata di cacao.

C’è anche la versione con caffè corretto al liquore.


18. Cappuccino

Ecco un’altra bevanda dai mille volti: il cappuccino. Sì perché anche se siamo abituati a ordinarlo al bar nella sua classica versione, con un caffè in tazza grande sovrastato da una montagna di latte caldo montato al vapore, in realtà esistono tantissimi tipi di cappuccino:

  • cappuccino chiaro, con poco caffè
  • cappuccino scuro, con un caffè lungo oppure con meno latte
  • cappuccino chiaro senza schiuma (wet cappuccino), con più latte e meno crema di latte
  • cappuccino con tanta schiuma (dry cappuccino), con più crema di latte e meno latte
  • cappuccino doppio, con due caffè espressi
  • cappuccino tiepido, preparato versando prima il latte freddo e poi quello montato
  • cappuccino bollente, realizzato mettendo in una tazza già riscaldata prima il latte bollente, poi quello montato
  • cappuccino freddo, con latte freddo montato con il mixer

19. Cold Brew

In genere viene preparato con il Toddy, un utensile formato da tre sezioni una sopra l’altra. In quella più in alto si mette il flusso dell’acqua, che cola lentamente nella sezione centrale contenente caffè in polvere.

Il liquido si trasferisce infine nella parte più bassa, dove viene raccolto il prodotto finale. Rientra tra i caffè particolari e si beve freddo.


20. Frappuccino

Frappuccino-tipi-di-caffe-al-bar

Come suggerisce il suo nome, è una via di mezzo tra un frappè e un cappuccino. È una preparazione ideata dalla catena di caffetteria Starbucks, che ha registrato il marchio.

Si prepara versando un doppio espresso nel blender insieme al latte (prova la variante con latte di mandorla!), il gelato alla vaniglia, il ghiaccio e lo sciroppo desiderato. Attivare il blender per circa mezzo minuto, versare in un bicchiere alto, coprire con panna e decorare a piacere.,


21. Nitro

Un’altra preparazione che viene dritta dritta dagli Stai Uniti. È un caffè molto lungo all’azoto che viene servito alla spina, proprio come si fa con la birra! E analogamente alla birra è proposto in boccali di vetro.


22. Mazagran

Mazagran-tipi-di-caffe-al-bar

Originario del Portogallo, è una bevanda che si ottiene miscelando caffè in ghiaccio e succo di limone. Ideale per trovare refrigerio durante la calura estiva, è un freschissimo energizzante. per avere un po’ di ristoro e recuperare le energie.


Quanti tipi di caffè esistono in Italia?


Conclusioni

Sta diventando sempre più difficile muoversi con disinvoltura nel mono del caffè, con il proliferare delle bevande a base di questo ingrediente.

Se vuoi sapere come chiedere un caffè in un bar, devi conoscere a fondo tutti i tipi di preparazioni che sono state ideate in Italia e non solo. Ti si aprirà così un mondo di gusto, che ti consentirà di ampliare i tuoi orizzonti e di spaziare tra una creazione e l’altra, anche in base alla stagione!

POSTA UN COMMENTO