miglior-schiacciapatate

Il miglior schiacciapatate è un accessorio da cucina molto semplice ma che si rivela indispensabile nella preparazione di molte ricette. Pensa solo a quante volte ti trovi a dover schiacciare le patate per fare il purè e gli gnocchi, o anche per i passatelli.

Ma il suo impiego non si ferma qui. Ti viene in aiuto quando devi schiacciare le verdure bollite come le zucchine e la zucca per fare una vellutata, un ripieno o la pappa per i neonati. E lo puoi utilizzare per schiacciare ogni genere di frutta cotta, dalle mele alle castagne.

I Migliori Schiacciapatate

Qual è il miglior schiacciapatate?

Il modello classico è composto da un pistone che preme  le verdure cotte all’interno di un cilindro con il fondo bucherellato, facendole uscire a forma di spaghetto. Alcuni tipi sono progettati con fori laterali che rendono l’operazione più agevole.  Li puoi trovare anche con dischi intercambiabili che consentono di lavorare al meglio ingredienti di diversa consistenza e forma.
C’è anche un formato molto più essenziale, un modello molto semplice formato da un’impugnatura verticale e da una griglia fissa, utile per schiacciare gli ortaggi nel minestrone senza levarli dal brodo.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori schiacciapatate:

1. Schiacciapatate acciaio inox Ballery – Il migliore per doppia impugnatura

Realizzato in acciaio inossidabile di alta qualità anti ruggine, è completo di 3 dischi intercambiabili con fori di diverso diametro. Si rivela così ideale per soddisfare le diverse esigenze culinarie: può schiacciare le patate e vari tipi di verdura e frutta, per realizzare puree e pappe sane per i tuoi bambini. La maniglia in materiale siliconico alimentare garantisce un uso confortevole.

Caratteristiche chiave:

L’anello frontale consente di appenderlo al muro, risparmiando spazio
Viene fornito completo di tre dischi intercambiabili
Si può lavare in lavastoviglie

Specifiche:

Marchio: Ballery

Materiale: acciaio inossidabile + silicone

2. Schiacciapatate passatelli LinStyle – Il migliore per impugnatura confortevole

Questo utensile può essere utilizzato non solo per schiacciare patate, ma anche per verdure, frutta e alimenti per bambini. Ha un’impugnatura rivestita in silicone, che si rivela molto confortevole. È anche antiscivolo, per consentire di lavorare in completa sicurezza.  Nella confezione sono inclusi
tre dischi con fori di diverso diametro.

Caratteristiche chiave:

Offre una presa salda e sicura
Dopo l’utilizzo si può mettere in lavastoviglie
I tre dischi in dotazione lo rendono adatto a molteplici impieghi

Specifiche:

Marchio: LinStyle

Materiale: acciaio inox + silicone

3. Schiacciapatate verticale TedGem – Il migliore per ergonomia

Ha una struttura semplice e al tempo stesso ergonomica: una maniglia larga, morbida e orizzontale ti permette di premere verso il basso, mentre ammortizza la presa e assorbe la pressione. La lastra di schiacciamento in acciaio inossidabile a grana fine produce patate lisci senza grumi. È ideale per schiacciare patate, carote, altre verdure radicate o per la produzione di alimenti per bambini fatti in casa da masticare mele o banane.

Caratteristiche chiave:

La maniglia larga e confortevole consente di lavorare senza sforzo

Grazie ai fori di piccole dimensioni, il risultato è omogeneo

Il design è semplice ma efficace

Specifiche:

Marchio: TedGem

Materiale: acciaio inox 304 + silicone

4. Schiacciapatate Quick Omac – Il migliore per semplicità di pulizia

Ha un design classico a leva, molto pratico, che permette di schiacciare ogni genere di verdura e frutta bollita senza fare alcuno sforzo. Si lava con facilità e lo puoi mettere anche in lavastoviglie. Realizzato interamente in acciaio inox di elevata qualità è un prodotto made in Italy.

Caratteristiche chiave:

Ogni operazione avviene senza fatica, grazie alla comoda impugnatura
Per pulirlo al termine dell’utilizzo si può mettere in lavastoviglie

È realizzato in Italia

Specifiche:

Marchio: Omac

Materiale: acciaio inossidabile 18/10

5. Tescoma Handy Schiacciapatate – Il migliore per leggerezza

Grazie alla sua struttura realizzata in robusta plastica alimentare, si rivela lo strumento ideale per lavorare senza fatica anche per un tempo prolungato. Viene fornito completo di  2 dischi in acciaio inossidabile con fori di diverso diametro, per preparare purea di patate e passatelli.

Caratteristiche chiave:

L’impugnatura confortevole favorisce una presa antiscivolo

Ideale per lavorare a lungo senza stancarsi

Viene fornito completo di due dischi per ogni tipo di preparazione

Specifiche:

Marchio: Tescom

Materiale: plastica + acciaio inox

6. Joyoldelf Schiaccia Patate – Il migliore per anello salva-spazio

Lo schiaccia patate è realizzato in acciaio inossidabile di alta qualità, mentre l’impugnatura è in morbido silicone.  Offre una presa salda e antiscivolo, per alleviare la pressione sulla mano in modo da poter preparare facilmente purè e marmellate. L’acciaio inossidabile è lucidato a specchio. Grazie al suo anello può essere appeso alla barra degli utensili, occupando il minimo spazio. La struttura è molto facile da pulire e può essere messa anche in lavastoviglie.

Caratteristiche chiave:

Riduce la pressione sulla mano, per un utilizzo comodo e senza sforzo

Si può lavare a mano e in lavastoviglie

L’impugnatura è antiscivolo

Specifiche:

Marchio: Joyodelf

Materiale: acciaio + silicone

7. Schiacciapatate professionale Ounona – Il migliore per finitura lucida

Dedicato ai professionisti della cucina, modello è curato in ogni dettaglio per garantire la massima durata nel tempo. Ha una struttura realizzata in acciaio inossidabile premium, appositamente progettata per resistere anche ai compiti gravosi.  Il suo design antisdrucciolevole ne permette un facile uso, offrendo una comoda leva durante le operazioni.
Caratteristiche chiave:
È adatto per impiego professionale e domestico
Si può appendere alla barra degli utensili
Non scivola e offre una presa comoda

Specifiche:

Marchio: Ounona

Materiale: acciaio inossidabile premium

8. Schiacciapatate dischi intercambiabili Mystery – Il migliore per resistenza alla corrosione

Realizzato in materiale completamente resistente alla corrosione e di alta qualità, questo prodotto non teme le macchie. I suoi tre dischi intercambiabili in acciaio inox lo rendono uno strumento multiuso per schiacciare ogni tipo di verdura e frutta cotta. I manici resistenti ed ergonomici permettono di lavorare con il minimo sforzo
Caratteristiche chiave:
Facile da pulire grazie al trattamento dell’acciaio antiaderente
Ha un gancio per appenderlo

Consente di lavorare a lungo senza affaticare la mano

Specifiche:

Marchio: Mystery

Materiale: acciaio inox + silicone

9. Schiacciapatate Tupperware – Il migliore per distribuzione uniforme della pressione

Facile da utilizzare, è adatto a schiacciare patate e verdure. La sua struttura è composta da un manico posto in posizione centrale rispetto alla superficie di schiacciamento: una soluzione progettuale che permette di distribuire in modo uniforme la pressione esercitata. Tutto questo, senza richiedere sforzi eccessivi e senza danneggiare i recipienti. Le sue dimensioni sono di 28 x 9 x 8 cm.

Caratteristiche chiave:

Non graffia i recipienti
È adatto anche per essere usato in pentole alte

Ha un foro per appenderlo

Specifiche:

Marchio: Tupperware

Materiale: plastica

Guida all’acquisto dello schiacciapatate?

schiacciapatate

Si potrebbe pensare che lo schiacciapatate non sia indispensabile per realizzare un purè  di patate perfetto. Del resto, per le piccole quantità si può semplicemente usare una forchetta o qualsiasi altro accessorio di taglio e pressione. Tuttavia, quando le quantità iniziano ad essere maggiori, diviene impossibile schiacciarle  in modo uniforme, perché ti rimarrebbero grumi e pezzi grossolani.
I purè di patate più cremosi possono essere ottenuti solo con uno dei migliori  schiacciapatate: potrai trovarne alcuni modelli di spicco universalmente apprezzati dalla critica e dai buongustai.

Quali tipi di schiacciapatate?

Sul mercato puoi trovare essenzialmente due modelli di passapatate in base al tipo di presa: uno, da utilizzare con una sola mano, è formato da un’impugnatura per lo più verticale e una griglia fissa: l’altro è composto da un sistema di leva che si impugna a due mani e costituito da un pistone spremi patate che agisce all’interno di in un cestello forato (ossia lo stesso principio dello spremiaglio).

Dei due, il sistema con leve orizzontali è il più facile da utilizzare e ti  permette anche di esercitare la massima forza sulle verdure cotte (anche quando fossero un po’ più dure) ma con il minor sforzo fisico. Inoltre con il cestello puoi lavorare altri tipi di verdura e frutta in modo più semplice e versatile, persino schiacciare l’uva per separare i semi senza schizzare liquido da tutte le parti.
Tuttavia quelli con la griglia fissa anche se richiedono un piccolo sforzo in più occupano meno spazio nella credenza.

Esiste anche un tipo ancora più semplice composto da una testa con forma orlata a zig-zag, che però schiaccia le patate e le verdure cotte in modo piuttosto grossolano e, con un risultato che non è comparabile a quello degli altri due.

Ci sono opinioni contrastanti su quale strumento sia più adatto per schiacciare le patate. Alla fine, la scelta dello strumento giusto per te dipenderà dalle tue preferenze personali.

In genere gli attrezzi sono di tipo manuale ma non mancano anche modelli di schiacciapatate elettrico di marca conosciuta, il cui costo potrebbe essere eccessivo per il tipo di operazione da fare, considerando che trovi ottimi utensili a basso prezzo.

Perché utilizzare uno schiacciapatate?

miglior-schiacciapatate

Sia che tu scelga un umile schiacciapatate a griglia fissa o uno più performante con cestello forato e stantuffo, la strategia di base che c’è nella preparazione di ottimi purè di patate è la stessa. Un buon schiacciapatate dovrebbe rompere facilmente le cellule amidacee delle patate in modo da fare una sola passata, senza dover intervenire ripetutamente sulla stessa porzione e quindi sulle stesse cellule, andando a rompere i legami.

Questo perché quando si cucina una patata, l’amido che riveste le pareti cellulari assorbe l’acqua circostante e diventa un gel che riempie la cellula. Quando schiacci le patate, le cellule si aprono, versando il gel appiccicoso, ma questo ti permette poi di legare  il purè formando una consistenza cremosa.

Perché il purè di patate sia morbido e liscio ma abbia la giusta consistenza, devi ridurre al minimo la sollecitazione che applichi alle cellule di patata, quindi dovresti schiacciarla rapidamente. Ecco perché non dovresti mai usare un robot da cucina a lame rotanti o un frullatore ad alta velocità per fare il purè: entrambi finiscono infatti per rompere quelle fragili cellule ricche di amido spezzandone i legami che strutturano il gel, rendendo difficile amalgamare il composto.

È un po’ la stessa cosa che noti quando schiacci una verdura che contiene poco o nessun amido (ad esempio una zucca ): se mangi così com’è dopo averla passata ti sembra che contenga molta acqua perché questa non si è legata alla struttura. Al contrario, quando passi una castagna cotta, che come la patata è molto ricca di amido, ottieni una pasta piacevolmente morbida al palato.

Vantaggi dello schiacciapatate?

Oltre a rendere più semplice schiacciare una grande quantità di patate, questo strumento ti offre numerosi altri vantaggi. Ecco quali.

  • Ottieni un purè tecnicamente perfetto

Non devi andare al ristorante per gustarti un purè perfetto, né devi accontentarti di un risultato poco soffice e morbido se usi una forchetta. Con uno schiacciapatate puoi preparare un purè di classe senza sforzo.

  • Risparmi tempo nella preparazione

Non devi bollire le patate per troppo tempo per averle morbide. Con l’aiuto di uno schiacciapatate puoi agevolmente passare le patate cotte al dente Anche le patate riscaldate a microonde possono avere questa perfetta consistenza e sofficità con meno tempo se ti fai aiutare da uno schiacciapatate. Tutto ciò di cui hai bisogno per concentrarti è il sapore e ovviamente il condimento.

  • Usalo anche per altre prelibatezze

Sapevi che puoi usare lo schiacciapatate con altra frutta e verdura? Uno utensile di questo tipo può infatti anche essere utilizzato per tritare le noci e persino per realizzare delle deliziose specialità orientali come l’hummus. Non c’è limite alla creatività, basta solo documentarsi un po’ per scoprire un numero praticamente infinite di ricette che puoi realizzare con questo versatile strumento.

Come scegliere lo schiacciapatate?

Puoi effettuare la ricerca dei migliori schiacciapatate nella  vendita online dove puoi trovare numerose recensioni e opinioni degli utenti. In linea di massima, si consiglia di evitare i modelli con un design ad anello a zigzag, dal momento che tutti i più rinomati critici e chef affermano che gli schiacciapatate con disco, fisso o a cestello forato con stantuffo, sono più efficienti.

Puoi decidere quale scegliere anche i base al materiale. In linea di massima può fare al caso tuo un modello robusto realizzato in acciaio, anche se anche la plastica può garantirti ottimi risultati.

  • Struttura e tipo di assemblaggio

Esistono sostanzialmente due tipi di schiacciapatate efficienti. Il primo tipo è quello a piastra perforata,  che è migliore rispetto a quello con il design a zig-zag (tra l’altro non molto diffuso in Italia). Una piastra perforata  può schiacciare le patate più rapidamente e può produrre un impasto più liscio, mentre il design a zig-zag crea un impasto più grossolano. Il manico dovrebbe offrire una buona leva, permettendoti di schiacciare senza troppi sforzi.

Il secondo tipo, ancora più performante, ha comode maniglie e una leva che forza efficacemente le patate attraverso la tramoggia. Le maniglie non dovrebbero essere troppo larghe da afferrare e dovrebbero rivelarsi comode ed ergonomiche per non affaticare le mani. Non dovresti applicare molta forza per far passare le patate.

  • Materiale

Molti utenti scelgono lo schiacciapatate in acciaio inox, perché lo ritengono più adatto a sopportare un’azione ripetuta di pressione. In effetti, questo materiale è sinonimo di assoluta robustezza e non si piega facilmente sotto sforzo come quello in alluminio. L’acciaio inossidabile è anche facile da pulire, lavabile in lavastoviglie e in linea di massima non teme la ruggine.

Tieni però presente che anche un modello in plastica di alta qualità può garantirti notevoli prestazioni nel temp. Oltretutto, è molto leggero e per questo non tende ad affaticare la mano in caso di un utilizzo prolungato.

  • Manici

Non importa quanto sia efficiente la piastra di schiacciamento: se lo schiacciapatate non ha un manico o maniglia con un’impugnatura adeguata non è adatto a svolgere il suo compito. Come nel caso di tutti gli utensili per la cucina, è meglio selezionare quei modelli che sono progettati ergonomicamente e hanno proprietà antiscivolo.

Anche le dimensioni della maniglia sono importanti. Solo per sicurezza, scegli quelle che hanno un diametro di almeno 10 cm. Inoltre, è opportuno optare per una maniglia che è infusa con silicone o gomma per garantirti un’ottima presa. Avrai bisogno di sentirti a tuo agio, indipendentemente dalla quantità di frutta e di verdura che devi lavorare.

  • Versatilità

È sempre sconsigliato spendere dei soldi per acquistare un utensile che ha un solo scopo. La cosa migliore è scegliere uno strumento che si  possa utilizzare anche per altri tipi di operazioni in cucina. Ad esempio, si consiglia di scegliere quello che è abbastanza robusto e versatile per schiacciare frutta e verdura più dure.

I tipi con tramoggia e leva potrebbero avere una varietà di dischi con perforazioni diverse per consistenze diverse.

  • Facilità di pulizia

Come sempre, l’ideale è avere uno strumento facile da pulire sia a mano che in lavastoviglie. I modelli progettati con fori molto piccoli possono essere un po’ più difficili da pulire in modo accurato: si rischia di lasciare dei residui nei buchi che possono ospitare batteri.

Domande frequenti

🥔 1. Che tipo di utensile è uno schiacciapatate?

Uno schiacciapatate è come un piccolo frantoio. Si tratta di un utensile che viene utilizzato per schiacciare alimenti da utilizzare in preparazioni di vario tipo, come purè di patate o composte di frutta. È utile anche per ridurre in poltiglia  zucca, zucchine e fagioli cotti.

🥔 2. Cosa posso usare al posto di uno schiacciapatate?

Una forchetta è un semplice sostituto dello schiacciapatate, soprattutto se il tuo obiettivo è schiacciare poche patate con una consistenza cremosa e leggermente grumosa. Con questa posata non devi far altro che premere sulle patate cotte in modo che passino attraverso i denti.

🥔 3. Qual è lo scopo di uno schiacciapatate?

Uno schiacciapatate è un utensile per la preparazione di puree e composti di vario tipo a base di verdura e frutta cotta. Il suo nome deriva dal suo uso più comune: schiacciare le patate bollite. È costituito da una maniglia collegata a una testa di schiacciamento forata in cui passano le fibre più piccole. La maniglia può essere verticale (nel caso di modello con piastra fissa) o laterale (per i tipi con cestello e piastra di pressione).

🥔 4. Posso usare uno schiacciapatate al posto del frullatore?

Il compito di un frullatore è quello di ridurre in pezzi e amalgamare in modo omogeneo. In un certo senso sì, potresti usare uno schiacciapatate se non hai il frullatore. Lo puoi impiegare per ridurre in pezzi e schiacciare una verdura o una frutta cotta, che poi però devi amalgamare con altri ingredienti come latte o panna per ottenere una crema.

🥔 5. Che differenza c’è tra un modello a piastra fissa e uno a leva con cestello?

L’attrezzatura che usi per schiacciare le tue patate avrà un grande effetto sulla loro consistenza. Anche se hai una buona dimestichezza nell’uso di uno schiacciapatate a piastra fissa, inevitabilmente formerai dei grumi. Con il tipo a leva equipaggiato con il cestello traforato e il pressore potrai ottenere un risultato più omogeneo, perfetto per creare un purè più soffice e cremoso.

🥔 6. Ho bisogno di uno schiacciapatate?

Piuttosto che utilizzare la forchetta per schiacciare grossi quantitativi di verdura e frutta cotta, è meglio affidarsi a uno schiacciapatate, più versatile ed ergonomico.

Conclusioni

Come vedi, si tratta di uno strumento che non può mancare in nessuna cucina casalinga o professionale. Perché se è vero che se si è da soli può bastare anche una forchetta, quando si è più numerosi è decisamente più pratico usare questo utensile. Oggi sul mercato se ne trovano per tutti i gusti e in tutte le fasce di prezzo. E nonostante l’attrezzo sia semplice non mancano modelli griffati da famosi chef.

Per non scendere a compromessi in fatto di robustezza e versatilità, abbiamo scelto lo schiacciapatate della Ounona. Ideale per un impiego professionale, trova facilmente posto anche nella dotazione domestica. La sua struttura robusta lo rende adatto anche ai lavori impegnativi. Ha inoltre un’impugnatura piacevolmente confortevole, ergonomica e anti-scivolo.

POSTA UN COMMENTO