Le Migliori Piastre Teppanyaki del 2019 (Guida all'Acquisto & Classifica)

migliore-piastra-teppanyaki

Abituati da tempo alla contaminazione della nostra cucina con quella di altri paesi, siamo spesso affascinati dal modo di cuocere gli alimenti che vediamo fare nei ristoranti orientali. E ce ne innamoriamo a tal punto da comperare tutto il necessario per gustare a casa piatti inediti e sfiziosi. È il caso della migliore piastra teppanyaki usata nella cucina giapponese.

In Giappone, con il termine teppanyaki si fa riferimento a uno stile culinario più che a un metodo di cottura. Si tratta di preparare e cucinare gli alimenti usando una piastra di ferro rovente alimentata direttamente da resistenze elettriche, carboni ardenti o fiamma a gas. Questa piastra rovente costituisce il piano di cottura su cui alternare tutti gli alimenti da cuocere.

Qual è la migliore piastra teppanyaki?

In molti ristoranti orientali viene utilizzato un piano di cottura in acciaio inox per preparare le pietanze davanti ai commensali. Spesso i cuochi giapponesi ci deliziano anche con movimenti e acrobazie che non è certo il caso di replicare a casa. In questi ristoranti una parte della cucina è a vista ed è rappresentata, appunto, dal piano di cottura teppan.

Si potrebbe pensare a qualcosa di simile alla nostra griglia, tuttavia sulle piastre teppanyaki ci si riesce a cuocere di tutto essendo sostanzialmente un unico piano di ferro solido  temprato e liscio. In realtà, attualmente le piastre che costituiscono i teppanyaki sono in acciaio inossidabile e non di ferro.

Ci si possono cuocere i cibi più disparati, dalle carni e il pesce ai germogli di soia. L’unica accortezza è di ungere abbondantemente la piastra con olio così da evitare che i cibi si attacchino e si brucino per il forte calore emanato dalle piastre. Un altro accorgimento è quello di provare a cucinare sfruttando tagli e spessori differenti, che condizionano la cottura. Sfruttando il teppanyaki si possono gustare verdure, gamberi, frutti mare, carne di tutti i tipi, germogli di soia…

Qui di seguito ti presentiamo i migliori teppanyaki:

Le 5 Migliori Piastre Teppanyaki

1. Solis 979.28 Teppanyaki Home – La migliore per zone di riscaldamento separate

  • Questa piastra da tavolo per la preparazione di specialità dell'estremo oriente è in materiale composito con superficie in acciaio inossidabile per una distribuzione uniforme del calore. La cassa è in acciaio spazzolato. Sono presenti due zone di riscaldamento a regolazione continua e separata (sinistra / destra) con 2 termostati per il controllo indipendente della temperatura di ogni sistema di riscaldamento. Ha un alto potere di riscaldamento (2 x 1000 Watt). Il termostato con spia facilita le operazioni di cottura. La piastra grill di dimensioni generose (30 x 40 cm) è completa di scorrisucco e vaschetta raccogli grasso incorporato. I piedini antiscivolo mantengono la struttura ben salda sul piano di appoggio e l'avvolgicavo nella base consente di riporre l'elettrodomestico in perfetto ordine. Viene fornito completo di 2 spatole e 1 campana teppanyaki. Le dimensioni sono di 49 x 10,5 x 39 cm.
  • Caratteristiche chiave: Le due zone di riscaldamento separate consentono la massima flessibilità di utilizzo Particolarmente ampia la superficie di cottura per preparare una cena completa In dotazione sono fornite due spatole campana teppanyaki
  • Specifiche: Marchio: Solis Potenza: 2 x 1000 W

2. Hengbo Teppanyaki Piastra Elettrica Barbecue – La migliore per rivestimento antiaderente

  • È una piastra da tavolo versatile che consente di cuocere un'ampia varietà di carne, pesce, verdure, pane o formaggio. Tutti possono scegliere ciò che vogliono e metterlo sulla piastra elettrica. La piastra inferiore dispone di 8 mini piastre particolarmente utili per fare ad esempio della raclette. Viene fornita anche di una spatola di legno e di 1 pennello. La temperatura può essere controllata e regolata. Con il rivestimento antiaderente Dupont non si deve ungere la piastra, così da cuocere in modo più sano per tutta la famiglia.
  • Caratteristiche chiave: Le otto mini piastre nel livello inferiore consentono di preparare anche la raclette Ha una forma rotonda che consente di ottimizzare gli spazi sul tavolo Si può regolare la temperatura in base alle singole
  • Specifiche: Marchio: Hengbo Potenza: 1500 W

3. Duronic GP20 Piastra per teppanyaki da tavolo anti aderente 2000W – La migliore per ampia superficie di cottura

  • Che siate amanti di carne, pesce o solo verdure, la piastra soddisfa tutte le vostre necessità con un’ampia superficie di cottura di 52 x 27 cm. Grazie al rivestimento antiaderente, è facile da pulire, eliminando tutti i residui velocemente e senza fatica. A differenza del barbecue che carbonizza gli ingredienti e produce molto fumo, la piastra elettrica può essere utilizzata sia all’esterno che all’interno senza alterare il sapore delle ricette. Alimentata a corrente elettrica, la piastra ha una capacità di riscaldamento elevata e consentono di regolare la potenza di cottura tramite il termostato regolabile. I due manici laterali in plastica termo-resistente permettono di spostare la struttura in tutta sicurezza in qualunque momento senza il rischio di bruciarsi o rovinare il piano di lavoro. Tutti i succhi ed i residui prodotti dagli ingredienti scivolano nel condotto che li raccoglie nell’apposita vaschetta.
  • Sono anche modelli tutti molto facili da installare perché basta collegarli a una presa di corrente per farli funzionare. Ovviamente il prodotto che ci serve va anche scelto in base a quella che è la nostra piscina e in base alla grandezza della nostra piscina.
  • Specifiche: Marchio: Duronic Potenza: 2000 W

4. Severin Teppan Yaki – La migliore per presenza di una hotzone a più elevata temperatura

  • Questo teppanyaki sviluppa un'elevata potenza, per consentirti di preparare rapidamente i tuoi piatti preferiti. È inoltre presente una hotzone per cuocere ad alta temperatura. Il vassoio di raccolta dei grassi è perfetto per cucinare il "Teppan Yaky" giapponese. La piastra è in materiale antiaderente di facile pulizia. Completano le caratteristiche tecniche dell'apparecchio il cavo di alimentazione staccabile, termostato e spia luminosa. La misura della piastra è di 25,4x45,7 cm.
  • Caratteristiche chiave: Il vassoio di raccolta grassi ottimizza le operazioni di pulizia La piastra è in alluminio pressofuso XXL Il cavo di alimentazione è staccabile per consentire di riporre l'apparecchio in modo ordinato.
  • Specifiche: Marchio: Severin Potenza: 2400 W

5. Beper 90.386 Piastra Teppanyaki, Metallo, Nero – La migliore per servire direttamente in tavola

  • Si tratta di una piastra teppanyaki di produzione italiana, con rivestimento antiaderente, termostato regolabile e vassoio raccogli grasso. È fornita di manici freddi al tatto per poter servire direttamente in tavola. Si rivela ideale per cuocere cibi in modo naturale, senza grassi aggiunti. E una volta terminato l'utilizzo, si pulisce con facilità. L'ampia superficie di cottura ha una dimensione di 70,5 x 23,5 cm.
  • Caratteristiche chiave: Il cavo, la spina e il vassoio raccogli grasso sono rimovibili La piastra antiaderente ha una superficie decisamente generosa I manici freddi al tatto facilitano l'utilizzo senza rischi
  • Specifiche: Marchio: Beper Potenza: 1800 W

Che cos’è una piastra teppanyaki?

piastra-teppanyaki

Teppanyaki è uno stile di cucina giapponese, nato dopo la Seconda Guerra Mondiale, che utilizza una piastra di ferro per cucinare il cibo. La parola teppanyaki deriva da “teppan” che è la piastra di metallo su cui viene cucinato il cibo e “yaki “ che significa grigliato o fritto. In Giappone, teppanyaki si riferisce a piatti cucinati con teppan, tra cui bistecca, gamberi, okonomiyaki, yakisoba e monjayaki.

Le piastre  teppanyaki sono tipicamente riscaldate a gas, con superficie piatta e sono ampiamente utilizzate per cucinare cibo di fronte agli ospiti nei ristoranti. Oggi però si trovano in commercio sempre più piastre con superficie di cottura rivestite di un fondo antiaderente.

Il teppan non va confuso con la griglia del barbecue hibachi, che lavora su una fiamma a carbone o gas ed è realizzata con un design a griglia aperta. Progettato con una solida superficie di cottura a piastra, il teppanyaki è in grado di preparare anche ingredienti piccoli o semisolidi come riso, uova e verdure tritate finemente.

Come ti devi prendere cura della piastra?

La maggior parte delle piastre sono dotate di manici in materiale  isolante, utili per sollevare la piastra grill e portarla direttamente sul tavolo. Ogni commensale può così prendere la propria parte di cibo mentre quella lasciata sulla piastra si mantiene calda  grazie alle elevate temperature dell’elettrodomestico.

Se non sono realizzate in alluminio e progettate con rivestimento antiaderente, queste piastre hanno bisogno di essere unte di tanto in tanto con un po’ di olio per mantenere la tempratura in perfette condizioni. 

Di seguito ci sono altre indicazioni che  ti aiuteranno a mantenere pulita la tua piastra, a prevenire la ruggine (anche se oggi per lo più sono in acciaio e anche con rivestimento antiaderente facile da pulire) e a mantenere la tempra del metallo liscia simile al vetro per evitare che il cibo si attacchi durante la cottura.

Come gestite la temperatura sulla piastra?

Per ottenere i migliori risultati, segui questi facili passaggi.

  • Preriscaldamento

Prima di iniziare a utilizzare la piastra, è necessario concedergli del tempo per preriscaldarsi. Questo ti aiuta a ottenere le migliori prestazioni di cottura.

Innanzitutto, è necessario iniziare impostando la piastra a fuoco alto o medio per circa 5 minuti. Questa impostazione dovrebbe consentire alla griglia di riscaldarsi da circa 180 a 200°C.

Tuttavia, questo dipende dall’ambiente e se cucini all’aperto dalle condizioni meteorologiche. Quindi è necessario portare il calore al medio o minimo per circa 2-3 minuti per consentire il diffondersi di un calore uniforme sull’intera griglia mantenendo la medesima temperatura.

È importante notare che l’acciaio conduce il calore molto velocemente, ma si raffredda lentamente. Pertanto, la griglia avrà abbastanza calore per iniziare anche dopo aver ridotto il calore sui bruciatori.
La stessa impostazione sopra descritta nel riscaldamento della piastra la si può ovviamente ottenere se al posto dei bruciatori a gas la piastra è dotata di alimentazione elettrica e pertanto sarà la potenza ad essere gestita mediante il termostato regolabile.

  • Cottura

Una volta terminato il preriscaldamento della griglia, sarai pronto per iniziare la cottura. È essenziale gestire il calore sulla piastra poiché aiuta a evitare di danneggiare la griglia.

Anche se l’acciaio è robusto e resistente, è bene assicurarsi sempre di utilizzare le impostazioni di riscaldamento medio e basso. Questo è molto importante, in particolare quando si desiderano utilizzare diverse impostazioni di calore su una griglia di grandi dimensioni con più bruciatori o con termostati che coprono aree diverse della piastra.

Questo ti dà l’opportunità di cucinare ad esempio una fajita (una tortilla morbida che avvolge un ripieno di carne di manzo e pollo, peperoni e cipolle) da un lato mentre scaldi una tortilla dall’altro lato.

Tuttavia, è necessario assicurarsi di mantenere entrambe le impostazioni su un livello di fiamma o di resistenza elettrica bassa o media.

Come si pulisce la piastra?

Una volta terminato l’uso della piastra, è importante fare un’accurata pulizia rimuovendo le  particelle di cibo sulla griglia mentre è ancora calda. Si consiglia di utilizzare una spugnetta abrasiva o una spatola metallica per rimuovere eventuali residui ostinati che sono rimasti attaccati alla superficie.

Si procede poi lavando la piastra con acqua calda, detergente per ghisa o detersivo per piatti delicato. Evita di utilizzare detergenti abrasivi, che potrebbero danneggiare la piastra.
Successivamente, è necessario risciacquare accuratamente la griglia e quindi asciugare. Non mettere mai la piastra in una lavastoviglie (a meno che non sia rimovibile) e non strofinarla eccessivamente, poiché ciò potrebbe scheggiarne la perfetta tempra liscia.

Come riporre la piastra?

Prima di riporre la piastra, è necessario assicurarsi che sia pulita e asciutta. Quindi, dovrai conservare la griglia in un’area poco umida. La maggior parte di queste griglie viene fornita con una borsa per il trasporto.
Se la lasci in una di queste borse per un lungo periodo, lascia la cerniera un po’ aperta per favorire una corretta areazione. Questo è molto importante in quanto ti aiuta a evitare che la griglia si arrugginisca.

Quanto costa la piastra  teppanyaki?

Puoi trovare sul mercato piastre teppanyaki di tipo professionale o domestico a prezzo tutto sommato abbordabile.
Puoi trovare articoli più economici se acquisti tramite vendita online, dove si parte dai 60 euro.

Nel web ti sarà anche più facile farti un’opinione delle piastre anche in funzione dello spazio disponibile, della marca degli articoli, delle caratteristiche degli apparecchi e del numero e tipo di accessori che puoi trovare inclusi nell’offerta.

Cosa cucinare con una piastra per teppanyaki?

Se hai già provveduto ad acquistare la tua piastra antiaderente teppanyaki che ti offre un modo sano per prepararti il cibi senza grassi, ti stai chiedendo cosa puoi cucinare. Ecco la risposta!

  • Salsicce e hamburger

Una piastra teppanyaki può fornirti un modo semplice e senza stress per cucinare la carne per cena. Puoi persino preparare hamburger o salsicce.

  • Pancakes

Non puoi evitare le frittelle se hai una griglia teppanyaki. Anche se i pancake tradizionali sono deliziosi, puoi scegliere di preparare un’opzione più sana e senza grasso di una pastella all’uovo, con aggiunta di purea di  banana e con sciroppo d’acero se vuoi aggiungere più dolcezza. Assicurati di cuocere i pancake a fuoco medio, creando sulla piastra le dimensioni che desideri.

  • Colazione in stile anglosassone

Puoi cucinare uova, pancetta, patate fritte e pomodoro. Assicurati però di cronometrare il tempo che serve per ogni alimento a seconda delle tue preferenze; pancetta leggermente rosolata o croccante, uova fritte o appena scottate, pomodoro ammorbidito e grigliato e patate fritte croccanti e leggermente tostate.

  • Toast francese

Un toast alla francese è uno dei modi più semplici per rendere più piccante la tua mattinata. Quello che devi fare è sbattere un uovo, aggiungere un po’ di latte, condire con sale e pepe (puoi aggiungere un po’ di noce moscata o cannella), quindi immergere ogni lato della fetta di pane in cassetta nel composto. Assicurati che il pane non sia troppo inzuppato e poi friggilo sulla griglia a fuoco medio fino a quando ogni lato non diventa bello marrone.

  • Spiedini e kebab

Con una piastra teppanyaki non è necessario metterti a fare il barbecue solo per alcuni spiedini o un po’ di kebab. Questa piastra può offrirti un modo semplice  per preparare tutti gli spiedini e il kebab che vuoi.

  • Bistecche

 Una piastra teppanyaki ti consente di cucinare bistecche secondo le tue preferenze (ben cotte o al sangue). Non devi preoccuparti del succo in eccesso poiché si raccoglie nella canalina di raccolta dei grassi della griglia. Puoi aggiungere questo succo al sugo se vuoi un delizioso piatto speciale.

  • Insalata tiepida di asparagi

Questo può essere uno dei migliori antipasti per intrattenere i tuoi ospiti, in particolare se aggiungi del formaggio greco o un uovo. Per iniziare, taglia il tuo formaggio in porzioni e friggilo a fuoco medio fino a quando non diventa un po’ abbrustolito su ogni lato.

Puoi servirlo con asparagi, mandorle leggermente tostate e spicchi di limone. È una ricetta semplice che devi assolutamente provare.

  • Panini tostati

Puoi scegliere di ricoprire l’esterno del pane con del burro prima di friggerlo se vuoi preparare un sandwich tostato in modo perfetto. Ti renderai conto che cucinare il panino usando la tua griglia teppanyaki rende l’aspetto e il sapore migliori.

  • Riso fritto

Sì, puoi cucinare riso fritto sulla tua piastra teppanyaki. Ci sono varie ricette che puoi trovare online e il loro risultato ti sorprenderà.

  • Raclette

Anche se non è il metodo più ortodosso, puoi preparare tutta una serie di formaggi alla piastra a partire dalla raclette. Sarà una gustosa alternativa alla grigliatura e senza il rischio che il formaggio ti coli nella fiamma.

Conclusioni

Scegliere l’articolo migliore potrebbe non essere una cosa facile dato che non sempre si conoscono i segreti di questo versatile apparecchio orientale.

Può essere utile avere a disposizione spatole e strumenti per la pulizia, cavo staccabile e altre parti rimovibili, vaschetta raccogli liquidi e grassi che si generano con la cottura, piastra con termostato… tutte particolarità che possono differenziare l’offerta nel migliore rapporto qualità prezzo.

Tra le apparecchiature prese in esame, ci è piaciuta in particolare la proposta della Hengbo, che con le sue mini piastre posizionate al piano inferiore favorisce una notevole flessibilità di utilizzo, soprattutto se hai ospiti: puoi persino preparare la raclette. Il suo rivestimento antiaderente, tra l’altro, rende la pulizia semplice e veloce.

Anna Fraschini
Anna Fraschini
Post sullo stesso tema

Lascia un commento

Torna su