Le Migliori guanti per lavare i piatti

Quante volte ti è capitato di scottarti le mani o di avere pelle secca e irritazioni dopo aver lavato i piatti?

I detersivi sono formulati per sciogliere lo sporco, quindi risultano spesso troppo aggressivi per la pelle.

Anche scegliere detergenti delicati a volte non è sufficiente, soprattutto se hai una pelle molto sensibile o delle allergie.

Anche chi non ha particolari allergie o pelle delicata, ma lavora nella ristorazione o nel settore pulizie, può riscontrare spiacevoli conseguenze date dal lungo e continuo contatto con i detergenti.

Oltre ai problemi di pelle, il contatto prolungato con l’acqua tende a rovinare le unghie.

Come risolvere?

Semplice!

Basta scegliere i migliori guanti per lavare i piatti!

Migliori guanti per lavare i piatti

Hai deciso di acquistare dei guanti per lavare i piatti?

Ma quali scegliere?

In commercio ci sono tantissimi articoli, all’apparenza molto simili, ma che hanno caratteristiche diverse e che possono essere ideali o meno in base alle tue necessità, aspettative e gusti personali.

Troviamo articoli usa e getta o riutilizzabili, di diversi materiali, antibatterici, più o meno flessibili, di misure diverse, di colori diversi!

Alcuni modelli hanno anche una spugna incorporata nella zona del palmo della mano, grazie alla quale la gestualità durante il lavaggio risulta più comoda.

Oltre a proteggere le mani, dei guanti ottimali offrono anche una buona presa, impedendo alle stoviglie di scivolare e rompersi o scheggiarsi, cosa che spesso accade a mani nude.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori guanti per lavare i piatti:

1. Guanti Con Spazzole BAMOMBY

BAMOMBY Silicone Guanti per...

Clicca l’immagine per maggiori informazioni

Progettati con materiali eco-friendly, i BAMOMBY sono in silicone alimentare privo di BPA.

Morbidi ma allo stesso tempo resistenti, offrono anche un’ottima protezione contro temperature troppo calde o fredde.

Si adattano a diversi usi: pulizia dei piatti, lavaggio di frutta e verdura e altri lavori di pulizia.

Caratteristiche chiave:

Scrubber antibatterici.

Resistenza da -60°C a 230°C.

Facili da lavare.

Multiuso: piatti, verdura e frutta, pulizie in genere.

Specifiche:

Marchio: BAMOMBY

Colore: Rosa o Blu

2. Guanti per piatti Weikin

weikin Guanti in Silicone...

Clicca l’immagine per maggiori informazioni

Le spazzole spesse e morbide agevolano la produzione della schiuma e puliscono rapidamente.

Grazie alla forte elasticità questi dispositivi si adattano a mani di diverse dimensioni.

Resistenti fino a temperature di 160°C, possono essere utilizzati in alcune occasioni al posto delle presine.

Adatti a soggetti allergici, non assorbono acqua e possono essere sterilizzati in acqua bollente.

Caratteristiche chiave:

Molto elastici.

Antibatterici.

Resistenti fino a 160°C.

Adatti a diversi tipi di pulizie: piatti, alimenti, bagno.

Specifiche:

Marchio: Weikin

Colore: Rosa o Verde acqua

3. Guanti In Silicone Con Set Di Spugnette Saksak

5packs Silicone riutilizzabile...

Clicca l’immagine per maggiori informazioni

Realizzati in silicone alimentare di alta qualità, risultano adatti ai soggetti allergici e la loro durata è stimata in 3 anni.

Il prodotto resiste a un elevato range di temperature: da -60°C a 230°C.

Insieme al prodotto principale vengono fornite 3 spugnette di diversi colori: blu, verde lime e fuxia.

Caratteristiche chiave:

Molto elastici.

Antibatterici.

Resistenti fino a 160°C.

Adatti a diversi tipi di pulizie: piatti, alimenti, bagno.

Specifiche:

Marchio: Weikin

Colore: Rosa o Verde acqua

4. Guanti per lavare i piatti Antibatterici Saksak

Magic SakSak Riutilizzabile...

Clicca l’immagine per maggiori informazioni

Realizzati in silicone alimentare di ottima qualità ed eco-friendly, questi guanti risultano facili da pulire e sterilizzare.

Oltre al lavaggio dei piatti, sono adatti alla pulizia di frutta e verdura, alla cura degli animali domestici e alle pulizie in genere.

Per la sterilizzazione è sufficiente utilizzare acqua o lavare in lavastoviglie.

Caratteristiche chiave:

Ecologici.

In silicone alimentare.

Adatti a diversi utilizzi.

Specifiche:

Marchio: Mcgradyxm – SakSak

Colore: Rosa, Verde, Azzurro, Blu o Grigio

5. Guanti per lavare i piatti Riutilizzabili YGZN

YGZN Guanti in...

Clicca l’immagine per maggiori informazioni

Resistente al calore, riutilizzabile e adatto a diversi utilizzi, questo prodotto è realizzato in silicone alimentare ecocompatibile.

Ottimo per piatti, automobili e pulizie in genere, può essere sterilizzato ad alte temperature (acqua bollente per 2 minuti) o in forno a microonde.

Il materiale resiste infatti a temperature che vanno da -40°C fino a 160°C.

Caratteristiche chiave:

Scrubber su palmo e su ogni singolo dito.

Pratico anellino per gancio.

Anti-scivolo.

Specifiche:

Marchio: YGZN

Colore: Rosa

6. Guanti per lavare i piatti Aiglam

Aiglam Guanti in Silicone...

Clicca l’immagine per maggiori informazioni

Antibatterici e realizzati in silicone di alta qualità, questi articoli possono resistere a temperature da -40°C fino a 160°C.

Ciò li rende adatti non solo per le pulizie, ma anche come alternativa alle presine o al guanto da forno, ovviamente fino a 160°C.

La resistenza al calore permette una facile sterilizzazione in acqua bollente.

Caratteristiche chiave:

Ecologici.

Resistenti fino a 160°C e quindi facili da lavare e sterilizzare.

Multiuso.

Specifiche:

Marchio: Aiglam

Colore: Grigio

7. Guanti per lavare i piatti Yosemy

Yosemy Magic Guanti...

Clicca l’immagine per maggiori informazioni

Ottimi per svariati utilizzi, dal lavaggio delle stoviglie fono a quello degli animali domestici, i prodotti proposti da Yosemy resistono a temperature da -40°C a 140°C.

Per eliminare i residui è sufficiente l’utilizzo di acqua: essi infatti non assorbono come le tradizionali spugnette.

Per disinfettarli è possibile utilizzare acqua bollente o riporli nel forno a microonde.

Caratteristiche chiave:

100% silicone alimentare.

Anellino per gancio.

Multiuso.

Buona elasticità

Specifiche:

Marchio: Yosemy

Colore: Azzurro

Fattori da considerare quando si acquistano dei guanti per lavare i piatti

Monouso vs riutilizzabili

I guanti monouso sono pensati per assolvere a pochi cicli di utilizzo e vanno quindi cambiati spesso.

Quelli riutilizzabili hanno un prezzo maggiore, ma nel medio termine portano a un grande risparmio grazie alla loro lunga durata.

Se gli usa e getta sono infatti apparentemente più economici, occorre considerare che bisognerà acquistarne però molte paia!

Il loro basso prezzo risulta quindi nel lungo termine più costoso rispetto alle versioni riutilizzabili.

Oltre all’ottimo rapporto qualità prezzo, verificabile semplicemente scorrendo le recensioni degli utilizzatori sui vari blog e siti di vendita online, questo articolo è molto apprezzato anche per il suo occhio di riguardo verso l’ambiente!

Meno articoli cambi, meno inquini!

Materiali di costruzione

Questi articoli sono in genere costruiti in gomma, materiale che ben protegge la pelle da acqua e detersivi.

Molto importante è anche l’interno: spesso vengono utilizzate fodere e imbottiture che assorbono il sudore, proteggendo così la pelle.

In genere si consiglia l’utilizzo di gomma in lattice naturale, in quanto robusta e resistente.

Esistono anche molti modelli senza lattice, ideali per chi risulta allergico a questo materiale.

Oggi in commercio ci trovano prodotti in silicone alimentare, privi di BPA ed eco-friendly.

Il BPA (bisfenolo A) è una molecola spesso utilizzata nelle produzioni di materiali plastici.

Sebbene gli studi siano ancora in corso e i pareri siano contrastanti e in continua evoluzione, la sostanza è attualmente ritenuta sicura entro certi limiti.

Per la produzione di oggetti ad uso alimentare è quindi bene verificare l’assenza della molecola nel contenitori per alimenti, biberon e altri oggetti che vengono messi a contatto diretto con fonti di calore e persone.

Flessibilità dei guanti

Oltre ad essere robusti e resistenti, devono garantire una certa flessibilità nella zona delle dita.

Una buona flessibilità permette di tenere saldamente gli oggetti e di muovere le dita agevolmente per trattare tutte le zone da pulire.

Dimensioni

Anche per l’acquisto dei guanti per piatti la taglia è fondamentale!

Scegliere delle dimensioni ideali e adatte alle proprie mani offre una maggiore mobilità e, di conseguenza, un utilizzo più pratico.

Chi ha mani di particolari dimensioni (molto più grandi o molto più piccole della media) dovrebbe porre maggiore attenzione!

Perché indossare i guanti per lavare i piatti?

Maggiore presa

L’utilizzo del detersivo piatti rende le stoviglie scivolose.

Utilizzare questi dispositivi offre una migliore presa, riducendo il rischio di far cadere piatti o bicchieri.

Data la fragilità delle stoviglie, spesso è sufficiente una piccola botta per ritrovarsi un piatto sbeccato o per frantumare un bicchiere.

Oltre al dispiacere di vedere rompersi un piatto o un bicchiere, rovinando così il set completo, ricordiamo anche che i frammenti e le schegge possono essere pericolosi!

Oltre alla maggiore presa viene offerta quindi anche una protezione, evitando tagli e ferite.

Mettono una barriera tra l’acqua e la pelle

Alla pelle non fa bene rimanere a lungo a contatto con l’acqua, né col detersivo.

Se una protezione è strettamente necessaria per soggetti con pelle delicata o in presenza di piccoli tagli sulla pelle, essa dovrebbe essere una buona abitudine per tutti.

Proteggono le unghie

L’acqua rede le unghie fragili: perché rischiare di rovinarle?

Magari hai anche appena fatto la manicure dall’estetista o messo il tuo smalto preferito: essi proteggeranno le tue unghie!

Evitano di dover toccare residui di cibo o peggio

Lavare i piatti o pulire la casa obbliga a mettere la pelle in contatto con residui di cibo o sporcizia.

Grazie a questi dispositivi proteggerai le tue mani dai batteri e svolgerai più serenamente anche le pulizie più disgustose.

FAQ

Cosa sono i guanti per lavastoviglie?

Solitamente per il lavaggio dei piatti vengono utilizzate spugnette, spazzoline o canovacci.

Oggi esiste una valida alternativa, ovvero i guanti per lavastoviglie, detti anche magici.

Oltre a proteggere le mani durante il lavaggio, essi hanno delle spazzoline integrate sul palmo e sulle dita.

Questo metodo risulta molto pratico e conveniente: basta un solo articolo per far fronte a più utilizzi e funzioni!

Esatto! Questi articoli possono essere impiegati come guanti per pulizie domestiche, per lavare frutta e verdura, per lavare l’automobile, il bagno, persino il proprio animale domestico!

In base alle temperature sopportate dall’articolo è possibile usarlo anche al posto del guanto da forno!

Secondo la nostra opinione i vantaggi sono molteplici: meno prodotti e attrezzature in giro per casa, meno spugnette piene di batteri, meno inquinamento!

Come si lavano i guanti per lavastoviglie?

Grazie al materiale di costruzione, questi articoli risultano molto semplici da risciacquare: essi infatti non assorbono!

Se per una pulizia generale basta un po’ d’acqua, per disinfettare il prodotto occorre metterli in acqua bollente, in lavastoviglie o in microonde.

Ogni marca e modello sul mercato può prevedere una o più alternative per la sterilizzazione e offrire la resistenza a temperature più o meno elevate.

Perché i guanti di gomma diventano appiccicosi?

Se risultano appiccicosi è semplicemente perché non sono stati utilizzati in modo corretto.

Questa eventualità si verifica infatti quando non vengono lavati dopo l’utilizzo, o quando non sono stati lasciati asciugare adeguatamente.

Quando riposti ad asciugare occorre metterli in una posizione che consenta l’asciugatura totale.

Lasciarli piegati da bagnati può infatti portare alla formazione di batteri nelle zone in cui l’aria non arriva.

Alcuni modelli hanno un apposito occhiello per poterli appendere a un gancio, lasciandoli così in posizione vetricale e completamente esposti all’aria per l’asciugatura totale.

Ogni articolo può sopportare temperature diverse: assicurati quindi di verificare nella descrizione fino a quanti gradi puoi esporli!

L’utilizzo a temperature superiori quelle garantite può rovinare irrimediabilmente il prodotto oltre a non garantire la protezione delle mani.

Quanto durano i guanti in gomma?

Se utilizzati correttamente possono arrivare anche a tre anni di utilizzo!

Ovviamente il dato varia in base all’articolo stesso e alla frequenza/modo di utilizzo.

Come capire se è giunta l’ora di gettarli?

Basta controllarli: hanno degli strappi o delle crepe? Emanano un cattivo odore?

Se la risposta è sì, allora conviene buttarli e acquistarne un paio nuovo.

Enrica Di Landro
Enrica Di Landro

Lascia un commento

Torna su