Come-smaltire-i-coltelli-da-cucina-in-modo-sicuro

Sono in molti a chiedersi come smaltire i coltelli da cucina una volta che non si rivelano più utilizzabili. Magari la lama si è spezzata, oppure il manico è così consumato che si fa fatica a impugnarlo. Che fare quindi?

Prima di tutto è bene sapere cosa NON FARE: non buttarlo nella spazzatura. Qualsiasi coltello da cucina, anche il più malconcio, è comunque tagliente. E se lo smaltisci frettolosamente nell’immondizia potrebbe bucare il sacco e ferire qualcuno. Senza contare che, in qualsiasi condizione sia, è pur sempre un’arma.

Come smaltire i coltelli da cucina

Regala i tuoi coltelli

Forse il tuo coltello non è poi così rovinato ma vuoi rinnovare la tua dotazione in cucina e stai pensando di acquistarne uno migliore. O forse basterebbe riparlo, ma tu non sei un esperto del fai da te e non sai da che parte incominciare.

Il punto è che, anche se il tuo attuale coltello non ti soddisfa più, potrebbe esserci qualcun altro molto felice di riceverlo in dono.

  • A un amico

Magari hai un amico che sta per andare a vivere da solo, deve allestire la sua cucina e non vuole spendere una fortuna. Un coltello usato può rappresentare per lui una vera manna, se è uno chef senza troppe pretese.

  • A chi ha bisogno

Anche la mensa dei poveri nei pressi di casa tua forse lo accoglierebbe ben volentieri: chi ha più bisogno sa bene come effettuare il riutilizzo dei coltelli da cucina. Si consiglia in questo caso di fare un colpo di telefono prima di portarlo, per evitare un viaggio a vuoto con un coltello in borsa.

Ricicla i vecchi coltelli

Ricicla-i-vecchi-coltelli

Molti Comuni hanno un’area della piattaforma ecologica dedicata al riciclo non solo di plastica e alluminio, ma anche di materiali metallici specifici.

Per prima cosa è importante conoscere con che tipo di metallo è realizzato il tuo coltello, per sapere se si tratta effettivamente di un materiale ferroso riciclabile. Non dimentichiamo che in commercio ci sono anche coltelli in finta ceramica o con lame di acciaio inox e carbonio.

Nel dubbio, fai un test avvinando un magnete sulla lama: se i due corpi si attraggono, puoi andare sul sicuro perché si tratta di materiale ferroso. Lo puoi quindi destinare allo smaltimento ferro.

Come buttarli via

Come-buttarli-via

 

Se non puoi percorrere la strada della donazione o dello smaltimento differenziato, l’unica alternativa che ti rimane è quella di buttare il tuo coltello nel sacco dell’immondizia. In questo caso il minimo che puoi fare è avvolgerlo in modo sicuro.

Ciò non solo impedisce che la lama penetri nel sacco e lo tagli, con il rischio di ferire qualcuno, ma mimetizza completamente il coltello che, come già evidenziato, è pur sempre un’arma.

Anche nei forum vengono descritte una serie di modalità che ti consentono di avvolgere i tuoi coltelli senza il rischio che si trasformino in pericolosi oggetti taglienti. Ecco quali sono le migliori.

  • Mettilo in un contenitore di plastica

Chissà quante bottiglie di plastica circolano in casa tua. Prendine una, taglia il fondo e inserisci il coltello nel contenitore che hai così realizzato. Abbi poi cura di sigillare la parte tagliata con del nastro adesivo.

Se hai sotto mano un quotidiano o una rivista, staccane un foglio e avvolgi la tua bottiglia porta-coltello. In questo modo, oltre ad aumentare la protezione, la renderai invisibile agli occhi dei male intenzionati.

  • Utilizza del pluriball

Il pluriball è un altro materiale molto efficace che ti consente di smaltire il coltello senza il rischio di fare danni o di ferire qualcuno. Prima di procedere, avvolgi più volte del nastro adesivo intorno alla lama per evitare che possa bucare lo strato protettivo di pluriball.

A questo punto non devi far altro che avvolgere il coltello all’interno di un pezzo di questo materiale e chiuderlo con cura utilizzando dello scotch o del nastro adesivo.

  • Fai una guaina

Se hai una certa manualità, puoi realizzare una sorta di “custodia” di protezione del tuo coltello con l’aiuto di un pezzo di cartone (va bene anche un pezzo di quella scatola di pasta o di biscotti che stai buttando via…).

Prendi un pezzo di cartoncino, ritaglialo in modo che sia più lungo della lama e ripiegalo più volte in modo da creare una guaina. Chiudi il tutto con dello scotch.

  • Inscatolalo

Dal momento che, quando si tratta di un coltello, le precauzioni non sono mai abbastanza, puoi ultimare la protezione inserendo il contenitore che hai appena realizzato (bottiglia tagliata, pluriball, guaina) in un’ulteriore scatola.

Anche in questo caso, va benissimo un contenitore che hai già in casa e che magari stai per smaltire nella raccolta differenziata della carta!

  • Rendilo innocuo

Se proprio vuoi andare sul sicuro, puoi smussare completamente la lama prima di smaltire il coltello. Prova a batterla leggermente o a sfregarla contro un oggetto duro (un blocco di cemento, un sasso). Insisti fino a quando il bordo della lama non si appiattisce o si piega, assumendo un aspetto meno minaccioso. Ciò renderà il tuo coltello completamente innocuo.

Conclusioni

Se ti piace cucinare, sai bene come sia importante avere sotto mano un set di coltelli di buona qualità. E anche se un buon coltello può durare una vita, un uso eccessivo può far sì che a un certo punto non sia più efficiente.

Il più delle volte ce ne si rende conto troppo tardi e si finisce con l’avere un cassetto della cucina pieno di strumenti inutilizzabili. Se è arrivato il momento di rinnovare la tua dotazione, non dimenticare di smaltire quelli vecchi in modo appropriato.

POSTA UN COMMENTO