miglior-aceto-balsamico

Negli ultimi anni, il miglior aceto balsamico ha ampliato enormemente il suo uso in cucina. Da tradizionale condimento per la carne e l’insalata, viene oggi apprezzato sulla pasta, sulle verdure cotte e grigliate, persino sulla frutta, sul gelato e nei dessert.

Le più prestigiose zone di produzione sono Modena e Reggio Emilia e sai che ne hai trovato uno di buona qualità se la sua bottiglia è etichettata “Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia DOP” o “Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP”. Questi aceti balsamici sono fatti con uve locali appena pressate per realizzare un mosto che viene cotto molto lentamente e poi invecchiato in botte per tra i 12 e i 25 anni.

I Migliori Aceti Balsamici

Qual è il miglior aceto balsamico?

Se cerchi un prodotto di buona qualità a un prezzo più economico puoi scegliere le bottiglie etichettate con “IGP”: il che significa che l’aceto viene realizzato e invecchiato nei territori di Modena e Reggio Emilia, ma l’uva può provenire da altrove.

Il gusto di questo condimento possono variare da un’azienda all’altra, ma generalmente quello di buona qualità ha una consistenza densa, con profonde note fruttate e sapori legnosi derivati del processo di invecchiamento in botte.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori aceti balsamici:

1. Aceto balsamico di Modena Due Vittorie – Il migliore per gusto agrodolce equilibrato

Denso e corposo, si tratta di un aceto balsamico di Modena I.G.P. di qualità Oro. Ha un sapore agrodolce equilibrato e viene ottenuto secondo procedure tramandate nei secoli. È prodotto con mosti provenienti da vigneti selezionati in Emilia-Romagna ed è lasciato riposare in tini di rovere. È completamente naturale, senza coloranti né conservanti e non contiene allergeni.

Caratteristiche chiave:

Viene prodotto esclusivamente con mosto cotto d’uva e aceto di vino

Ha una struttura piacevolmente densa

Il suo metodo di lavorazione segue una procedura antica

Specifiche:

Marchio: Due Vittorie

Confezione: 500 ml

2. Aceto balsamico tradizionale Acetaia Malpighi – Il migliore per comodo tappo dosatore

Invecchiato 12 anni, viene prodotto dal mosto di uve caratteristiche modenesi. Questo pregiato ingrediente è cotto a fuoco diretto, a vaso aperto, con una lenta ebollizione, fino a ridursi ad un terzo del suo volume iniziale. Affronta il calore delle estati ed i rigori degli inverni adagiato nella sua dimora di botti in serie a capacità decrescente e dai legni diversi: rovere, gelso, castagno, ciliegio, qualche volta ginepro. Il prodotto viene venduto solo dopo il severo esame del Consorzio tra i produttori di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena , che applica direttamente su ogni confezione il proprio sigillo di garanzia a serie numerata.

Caratteristiche chiave:

Ideale per formaggi saporiti e piccanti, macedonie, creme pasticcere e gelati

È ottenuto dal mosto cotto, maturato in batterie di botti con travaso annuale

Viene invecchiato 12 anni

Specifiche:

Marchio: Acetaia Malpighi

Confezione: 100 ml

3. Aceto balsamico al lampone Bumblee’s Preserves – Il migliore per gusto inedito

Realizzato secondo una ricetta tramandata d generazione in generazione, è un aceto completamente naturale che rivela un raffinato equilibrio di tradizione e innovazione. È realizzato a mano nel Regno Unito, senza l’aggiunta di aromi artificiali e senza conservanti. Nella stessa linea, sono disponibili altre ricette ricercate, come quelle al dragoncello, ribes nero, fragola, ribes, pera, sambuco e molti altri. Ogni aceto ha un gusto pronunciato, ideale da abbinare a verdure, carne, pesce, pasta e persino per dare ai dessert loro un gusto unico.

Caratteristiche chiave:

È prodotto a mano nel Regno Unito nel rispetto di un’antica ricetta

Completamente naturale, non contiene aromi artificiali e conservanti

La gamma include numerose altre ricette intriganti e dal gusto pronunciato

Specifiche:

Marchio: Bumblee’s Preserves

Confezione: 100 ml

4. Aceto balsamico 12 anni Bellei Sua Maestà – Il migliore per bassa acidità

Questo aceto balsamico di Modena è aromatico e denso, con un sapore intenso e delicato seguito da note legnose. Dalla brillante tonalità marrone, si caratterizza per la bassa acidità, pari a solo il 4%. il suo sapore dolce-amaro ben bilanciato e piacevole. Con la sua lussuosa bottiglia, è un capolavoro artistico e culinario con sinfonie dal sapore e dall’aroma squisiti.

Caratteristiche chiave:

I suoi mosti provengono dall’Emilia Romagna, nella zona di Bomporto (Modena)

Il sapore è intenso e delicato, con not legnose

È adatto per carne alla griglia, verdure, su Parmigiano Reggiano, gelato, fragole

Specifiche:

Marchio: Bellei

Confezione: 250 ml

5. La Redonda Aceto Balsamico – Il migliore per qualità gourmet

È un aceto gourmet a base di vino invecchiato di uve Tempranilla, dall’aroma raffinato e dal gusto persistente.  Viene cotto con mosto d’uva per ottenere il caratteristico sapore degli aceti balsamici, equilibrato tra acidità (ha un livello di acidità del 6%) e dolcezza. Esalta il sapore di piatti freddi o caldi come insalate, piatti marinati, salse e ricette a base di carne e pesce.

Caratteristiche chiave:

Si ottiene da vino invecchiato di uve Tempranilla

Ha un aroma ricercato e il suo gusto è persistente

Il livello di acidità è pari a 6°

Specifiche:

Marchio: La Redonda

Confezione: 250 ml

6. Emilia Food Love Aceto Balsamico di Modena IGP – Il migliore per vitigni selezionati

Nasce dalle cure di chi ha fatto dell’attesa un’arte. Ogni botte si trasforma in uno scrigno in cui il sapore delle uve nate nei vigneti emiliano-romagnoli viene custodito per quattro anni prima di liberare il suo sapore e poter finalmente essere gustato a crudo su verdure e formaggi. È ottenuto da mosti d’uva parzialmente fermentati e/o cotti e/o concentrati. L’uva proviene esclusivamente dai vitigni di Lambrusco, Sangiovese, Trebbiano, Albana, Ancellotta, Fortana e Montuni. Al mosto vengono aggiunti aceto di vino, nella misura minima del 10%, e una parte di aceto vecchio di almeno 10 anni.

Caratteristiche chiave:

È invecchiato in botti di rovere per almeno 4 anni

Si presta a un utilizzo crudo su verdure e formaggi e per ultimare le cotture di carne e pesce

La sua ricettazione è completamente naturale

Specifiche:

Marchio: Emilia Food Love

Confezione: 250 ml

7. Acetaia Giuseppe Giusti Collezione Storica – Il migliore per tradizione di oltre quattro secoli

Realizzato dal mosto di uve sundried cotte e aceto di vino invecchiato, ha un aroma e un sapore che ricordano la marmellata di prugne, frutti rossi, miele e vaniglia. Si abbina a pasta fresca come i ravioli, carne di manzo, formaggi a pasta molle, frutta fresca e dessert. L’azienda è stata fondata nel 1605 ed è oggi costantemente impegnata a migliorare costantemente la sua attenzione all’ecologia, adottando le più moderne best practice, per ridurre l’impatto ambientale in un’ottica di una maggiore agricoltura sostenibile.

Caratteristiche chiave:

Aroma e gusto riecheggiano le note della marmellata di prugne, miele e vaniglia

Da abbinare a pasta fresca, carne, formaggio, frutta fresca e dessert

Viene prodotto in un’ottica ecosostenibile

Specifiche:

Marchio: Giuseppe Giusti

Confezione: 250 ml

Quali sono i benefici dell’aceto balsamico?

aceto-balsamico

 

Aggiungendo alla tua dieta l’aceto balsamico potrai ottenere grandi benefici per la cura del corpo e la salute.

  • Colesterolo più basso

I livelli elevati di colesterolo nel corpo possono avere serie ripercussioni sullo stato salute, facendo insorgere patologie come l’arresto cardiaco, l’ipertensione e l’obesità. Gli studi hanno dimostrato che l’introduzione di aceto balsamico nella dieta può aiutare a mantenere controllata la quantità di colesterolo nel sangue.

  • Bassi livelli di zucchero

Le persone con alti livelli di zucchero possono trarre beneficio nel corso del tempo dall’assunzione di aceto balsamico. Quando viene introdotto nella dieta, può aiutare a mantenere i livelli di zucchero nel corpo sotto controllo.

  • Migliora la salute della pelle

L’aceto balsamico è ricco di antiossidanti e acido acetico che sono essenziali per avere una pelle luminosa. Anche se i risultati non siano immediati, consumare questo aceto per un certo periodo di tempo aiuterà a migliorare la tua carnagione. Tieni presente che l’aceto balsamico ha un colore particolarmente intenso e si consiglia di non applicarlo sulla pelle.

  • Promuove una digestione sana

L’acido acetico presente nel prodotto è ricco di probiotici che promuovono la digestione e aiutano a mantenere l’intestino in buona salute.

Come scegliere l’aceto balsamico?

miglior-aceto-balsamico

Nella vendita online puoi acquistare un’ampia scelta di prodotti in ogni fascia di prezzo. Ecco cosa considerare per scegliere l’aceto balsamico adatto alle tue esigenze culinarie e di salute.

  • Versatilità

Mentre la maggior parte dei marchi presenti sul mercato ti permetterà di abbinarli a vari tipi di piatti, non tutti i prodotti si prestano ad accompagnare ogni alimento. Questo è il motivo per cui la maggior parte dei produttori elencherà in etichetta i cibi consigliati per ogni tipo di aceto. Prima di scegliere, devi sapere quali piatti desideri gustare. La versatilità del tuo aceto varierà a seconda delle tue preferenze culinarie.

  • Tipo di aceto

L’aceto balsamico è disponibile in tre diverse tipologie che includono aceti balsamici di tipo commerciale, aceti balsamici autentici o tradizionali e aceto balsamico di grado Condimento. I primi sono i più costosi e sono etichettati Aceto Balsamico Tradizionale. A differenza degli altri due, non contiene additivi, aromi artificiali, coloranti, addensanti o conservanti.

L’aceto balsamico commerciale è economico e non richiede alcun invecchiamento. È realizzato con aceto di vino e additivi per conferire un gusto e una consistenza tradizionali. Oltre a ciò, caramello, additivi e aromi possono anche essere usati per intensificare il suo sapore per simulare il tipo invecchiato tradizionalmente.

L’aceto balsamico condimento, invece, viene realizzato mescolando aceto prodotto in serie con il tipo tradizionale. Di solito è invecchiato per meno di 12 anni. Un altro modo per identificare un aceto di grado Condimento è la sua provenienza. Se viene prodotto fuori dal territorio di Reggio Emilia o Modena, indipendentemente dal processo di produzione, è sicuramente un Condimento.

Anche se il tipo che scegli dipenderà dalle preferenze personali, si consiglia di optare per gli autentici aceti balsamici tradizionali in commercio. È vero, non sono a basso prezzo rispetto agli altri due tipi, ma ti offriranno concreti benefici per la salute.

Se però il tuo budget non prevede l’acquisto di un tipo tradizionale, scegliere un aceto balsamico Condimento è la migliore alternativa. Cerca sempre di tenerti il più possibile lontano da qualsiasi marchio che contenga additivi, caramello, dolcificante, addensante o conservanti poiché possono avere un impatto negativo sulla salute.

  • Qualità

Un ottimo modo per determinare la qualità del tuo aceto è dare un’occhiata al tipo di certificazione. L’aceto balsamico può essere etichettato come IGP, DOP oppure non avere alcuna identificazione. Se il tuo marchio preferito non ha alcuna indicazione di questo tipo, cerca di scoprire dove viene prodotto: se la zona di produzione non è italiana, non è un segno di grande qualità.

La maggior parte degli aceti balsamici prodotti in Italia hanno contrassegni di certificazione. L’aceto invecchiato tradizionalmente è IGP mentre il Condimento ha una certificazione DOP. Nota che, sebbene l’aceto balsamico Condimento sia invecchiato tradizionalmente per un periodo inferiore rispetto al tipo autentico, può servire allo stesso scopo dell’aceto tradizionale e può essere un’ottima aggiunta alla tua dispensa.

Nel caso in cui scegli un aceto Condimento, assicurati di conservarlo lontano da una luce forte e da sapori intensi.

Come usare correttamente l’aceto balsamico?

L’aggiunta di aceto balsamico alla dieta è noto per offrire significativi benefici per la salute. Ma sapere come usarlo correttamente per diversi alimenti ti aiuterà a ottenere il meglio dall’aceto. E qui puoi trovare alcuni suggerimenti.

  • Utilizza la quantità corretta

La quantità di aceto che usi varierà a seconda del tipo di piatto che stai preparando. L’uso di quantità in eccesso rovinerà il tuo piatto.

Per l’aceto balsamico con 12 o più anni di invecchiamento, versalo goccia a goccia per insaporire i tuoi piatti. Per quelli di età inferiore ai 12 anni, puoi iniziare con un cucchiaino. Alcune bottiglie sono fornite con tappo che ha la funzione di dosatore per semplificare queste operazioni. Tieni presente che l’aceto balsamico continuerà a invecchiare con il passare del tempo e il suo gusto potrebbe cambiare.

Prima di usarlo su qualsiasi piatto, si consiglia vivamente di versarlo su un cucchiaino e assaggiarlo con la punta della lingua. Ciò ti consentirà di determinare la giusta quantità da utilizzare.

  • Tipo di alimento

L’aceto balsamico può essere utilizzato su cibi cotti o verdure crude. Per risultati ottimali, va aggiunto seguendo un ordine preciso. Nel caso di carne o di altri alimenti cotti, assicurati di aggiungere la giusta quantità di aceto quando il cibo è quasi pronto. Ciò è dovuto al fatto che l’aceto balsamico è sensibile alle alte temperature e cuocerlo a lungo con il cibo ne rovinerà il sapore. Dovrebbe essere l’ultimo ingrediente da usare.

Se si tratta invece di verdure crude o insalate, aggiungi sale, aceto balsamico e olio in questo ordine. Mettere prima l’aceto, quindi il sale e l’olio renderà difficile la fusione del sale con l’impasto e rovinerà anche il sapore dell’aceto. L’uso di olio per primo impedirà al sapore di aceto di diffondersi bene sul cibo.

  • Fai delle scelte

Se hai diversi cibi, non mettere l’aceto in ogni alimento senza alcuna distinzione. Ad esempio, se stai cucinando carne e hai delle verdure per accompagnare il piatto, decidi quale condire ma non entrambe. Ricorda che ogni cosa in eccesso avrà sempre un impatto negativo sul risultato finale e dal momento che l’aceto balsamico fa bene alla salute, dovrebbe essere usato nelle giuste quantità, senza esagerare.

Domande frequenti sull’aceto balsamico

Se sei alla ricerca di qualche approfondimento sull’aceto balsamico, ti proponiamo qui di seguito le domande che si pongono spesso coloro che si avvicinano per la prima volta a questo versatile prodotto.

🍴 1. Perché l’aceto balsamico fa bene?

L’aceto balsamico contiene un potente antiossidante chiamato polifenoli che combatte il danno cellulare e rinforzano il nostro sistema immunitario. L’antiossidante del balsamico ha anche il potenziale per proteggere da malattie cardiache, cancro e altre condizioni infiammatorie. Non da ultimo, può ridurre il livello di colesterolo.

🍴 2. Con cosa viene prodotto l’aceto balsamico?

Il vero aceto balsamico è ottenuto da uve Trebbiano e Lambrusco pressate. Il mosto d’uva che è così prodotto viene successivamente invecchiato per un minimo di 12 anni in una batteria di botti di dimensioni differenti, partendo dalla più grande fino ad arrivare alla più piccola.

🍴 3. In che cosa differisce l’aceto balsamico da quello normale?

Il sapore ricco e leggermente dolce dell’aceto balsamico si presta facilmente a condire insalate, marinate gourmet e salse. Il suo sapore e la complessa fragranza sono superiori rispetto all’aceto di vino rosso, così come l’aceto di vino rosso è considerato più saporito dell’aceto bianco

🍴 4. Si può refrigerare l’aceto balsamico?

Se lo stai utilizzato principalmente per insalate, lo puoi refrigerare. Se lo stai usando per salse e marinate, lo puoi conservare in un armadio a casa. La durata di conservazione dell’aceto balsamico dovrebbe essere tra 3-5 anni.

🍴 5. L’aceto balsamico contiene molto zucchero?

L’aceto balsamico ha solitamente pochissime calorie, è povero di zuccheri ed è privo di grassi. Inoltre, apporta diversi potenziali benefici per la salute.

🍴 6. Quali alimenti sono perfetti con l’aceto balsamico?

L’aceto balsamico è denso, corposo ed è  un delizioso condimento per le insalate, ovviamente. Ma provalo anche in piatti cucinati. Mantiene il suo sapore deciso, bilanciando il ricco sapore di carne, pollame e pesce e aggiungendo una piacevole acidità alle verdure.

Conclusioni

Ingrediente ricercato e gustoso di insalate e verdure alla griglia, l’aceto balsamico trova ampio impiego in cucina, per dare un tocco di raffinatezza a piatti salati e persino dolci.

Abbiamo dato pieni voti alla proposta della Due Vittorie , un prodotto IGP corposo e dalle piacevoli note agrodolci. Realizzato con mosti provenienti da vigneti selezionati in Emilia-Romagna, è completamente naturale.

POSTA UN COMMENTO